lunedì 6 ottobre 2008


Sono il Re.
Io non posso morire.
Venite a cercare la mia tomba...portatemi dei fiori e pregate per me.
Intanto io mi ci pulirò il culo.
Se invece mi amate davvero, scendete all'Inferno con me.
Questa è la mia casa.
Io non posso morire.


Dead Elvis & His One Man Grave "Shake!"

14 commenti:

Anonimo ha detto...

senti...la cassa integrazione va di moda, per uno stiloso come te...sto scherzando, naturalmente. ora goditi il tempo. questa cosa preziosa che qualcuno perde, che qualcuno, chissà com'è non ha mai. hai i tuoi progetti e hai ora il tempo per definirli bene, per cercare e consolidare i contatti. io sto lavorando, ma vorrei rifugiarmi in una bolla temporale per proteggermi da quello che mi riserverà il futuro, non solo lavorativo.non voglio dire che sei fortunato, ma nella vita a volte serve un motivo per cambiare. ecco, ce l'hai. in bocca al lupo per il tuo nuovo inizio.
silvia

Anonimo ha detto...

marco, ho pensato a te proprio oggi, ero alla feltrinelli e per caso ho posato lo sguardo sull'espositore dei cd. grace, jeff buckley. grazie per avermelo presentato.
silvia (di nuovo).

stellavale ha detto...

Qualcuno se loà meriterebbe, di non morire

Marco ha detto...

@Silvia: grazie del pensiero. Ma ricordati che un motivo per cambiare basta cercarlo ed avere il coraggio di farlo. Questo è un cambiamento forzato per me, ma forzato solo di pochi mesi. Stavo già lentamente cambiando. Questo ha dato solo una brusca accelerata.
Onorato che la vista di "Grace" ti abbia ricordato me. E' il destino di quell'album ricordare qualcun'altro. Tu lo farai conoscere di certo ad un'altra persona e così via...
Un abbraccio grande!

@Vale: hai assolutamente ragione.
E comunque alcuni non muoiono mai sul serio...
Saluta Torino per me! Un bacio...

Guernica ha detto...

Non so perchè, ma la musica di "questo genere" mi ha sempre fatto un po' paura...forse perchè ho il terrore di tutto ciò che parla di morte!
Buona giornata!!!

Polvo Van Zanten ha detto...

Urca che tiro! Poi dal vivo fa anche il simpaticone!
Ancora meglio della finanziera!

Marco ha detto...

@Guernica: il pezzo non parla di morte. Io non parlo di morte.
Anzi, parlo di qualcosa che trascende le quattro dimensioni. Il rock'n'roll. E questo signore qui gioca con l'idea della morte facendosi chiamare come QualcunoCheNonPuòMorire seguito dalla parola Morto.
Un po' come chiamarsi La Puttana Vergine...o La Merda Che Profuma...e comunque qualcosa in netta opposizione e che sia molto forte per l'utenza.
Non aver paura...il rock'n'roll è nostro alleato...a quelli come me salva la vita talvolta.
Un bacio.

@La Nonna: fa battute sporche?
Oppure il simpaticone nel senso che ad un certo punto presenta tutti i membri della sua band???
Ma perchè non sono venuto a sentirlo quel mercoledì?
Dammi una spiegazione plausibile.

Polvo Van Zanten ha detto...

Perchè sei un babbo di michia, mi pare ovvio.

Marco ha detto...

Si, questo è plausibile in effetti.

Pino Amoruso ha detto...

Ciao passo per un saluto e per invitarti a passare dal mio blog dove pubblicizzo un'iniziativa che ritengo importante. Ora più che mai bisogna "far rete"...
Se ti ho già contattato, ritieni il mio passaggio un saluto.
Buona giornata :)

Anonimo ha detto...

ciao caro, quando hai intenzione di pubblicare un altro post? questo è troppo inquietante x me...silvia

Guernica ha detto...

Ci penso un po'.Magari decido di ascoltare il pezzo con maggiore attenzione!
Buona domenica!^_^

ilGod ha detto...

sono l'unico a cui fa cagare?

Marco ha detto...

Si.