lunedì 10 novembre 2008

E' strano...

...come a volte si possa essere il contatto con la realtà di alcune persone.
Io che sono uno che sogna ad occhi aperti e chiusi.
Io che rimango a bocca aperta di fronte ai cartoni animati.
Che spendo gli ultimi 10 euro in caramelle gommose alla bancherella.
Che vivo su un pianeta tutto mio, che non è nemmeno questo posto così felice come si potrebbe pensare...dove però non mancano le canzoni che commuovono.
Che arrivo a casa ed ascolto "There's a light that never goes out" degli Smiths a ripetizione sino a che il vinile non fuma.
Che mi sbronzo a wiskie e penso che potrei andare a Berlino ad aprire il mio negozio di dischi.
Che bestemmio come un animale e poi finisco col sedermi nell' ultima panca del duomo durante i pomeriggi in cui piove a dirotto.
Vorrei che le persone non mi prendessero sul serio. In fondo non sono che un essere umano come tutti.


"[...] Portami fuori stasera,
Oh, portami ovunque, non mi importa,
non mi importa non mi importa.
Guidando nella tua macchina
io non voglio più tornare a casa
perchè non ne possiedo una...
Oh, non ne possiedo una.

C'è una luce che non si spegne mai
c'è una luce che non si spegne mai
c'è una luce che non si spegne mai
c'è una luce che non si spegne mai
c'è una luce che non si spegne mai [...]"




1 commento:

Guernica ha detto...

Ma chi sono le persone che ti prendono sul serio???
eheheheh
:D